051 68 11 411

info@cfp-futura.it

sabato 16 ottobre 2021
Tu sei qui : Pubblica Amministrazione  >  Progetti Europei  >  Progetti  >  Progetto SEME@School
Progetto SEME at School
Progetto SEME at School
In seguito all’esperienza del progetto Sharing European Memories (S.E.ME) presentato sul Programma Europeo Cultura e partendo dalla consapevolezza che la memoria storica europea necessita di essere recuperata e condivisa con i giovani, affinché possano capire meglio l’Europa in cui vivono, alcuni partner hanno deciso di portare avanti e consolidare questa esperienza.
Nel 2010 è stato presentato sul Programma Settoriale Comenius (Life-Long Learning Programme) il progetto SEME at School (SEME@S) con l’obiettivo di sviluppare una metodologia d’insegnamento inerente la memoria storica che ne faciliti l’inserimento nei curricula scolastici ed un prodotto finale determinato dalla partecipazione attiva degli studenti.
Gli studenti hanno acquisito competenze trasversali (linguistiche, informatiche, capacità decisionali e di apprendimento) e incrementato il loro senso di appartenenza alla propria comunità grazie ad una migliore comprensione della società in cui vivono, aumentando il senso di cittadinanza europea.
Il progetto ha avuto una durata di due anni ed è terminato a Dicembre 2012. L’ente capofila è stato Sociedad de Ciencias Aranzadi dei Paesi Baschi (ES) mentre Italia, Gran Bretagna, Slovenia, Polonia e Norvegia sono gli altri paesi coinvolti nel partenariato.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito del progetto.

Scaricare l'allegato in formato PDF (4 pag. 524 Kb) 

Obiettivi
Obiettivo del progetto è lo sviluppo di una metodologia d’insegnamento che consenta ai docenti di includere i temi della memoria storica nelle scuole, facilitando il suo inserimento nei curricula scolastici e avendo come obiettivo l’elaborazione di un gruppo di lavoro finale sviluppato dagli studenti in un supporto interessante.
Da un punto di vista pedagogico gli obiettivi sono:
  • Conoscere gli eventi passati del proprio territorio e compararli con le realtà degli altri paesi
  • Adattare tali tematiche ai correnti curricula scolastici
  • Aumentare la consapevolezza sull’idea d’identità Europea
  • Introdurre un approccio attivo nel processo di apprendimento
  • Utilizzare le tecnologie multimediali per registrare le memorie e dare espressione al processo di apprendimento
  • Incrementare le competenze del lavoro di gruppo, il senso critico e la capacità di decisione degli studenti
Da un punto di vista sociale e personale gli obiettivi sono:
  • Promuovere il dialogo intergenerazionale
  • Accrescere l’importanza di preservazione della memoria collettiva per comprendere il presente
  • Rinforzare il senso di appartenenza alla comunità
  • Promuovere la cittadinanza attiva fra gli studenti
  • Introdurre e valutare l’approccio europeo nella memoria storica locale

Attività progettuali nelle scuole
Le scuole italiane coinvolte nelle attività progettuali sono una classe terza dell'Istituto "Caduti della Direttissima" di Castiglione dei Pepoli ed una classe dell'obbligo formativo di Futura di San Giovanni in Persiceto.
Nell'Istituto "Caduti della Direttissima" durante la prima lezione sono stati introdotti i temi di storia, delle memorie e delle differenze, arrivando alla complessità delle memorie e all'uso pubblico della memoria.
La lezione si è svolta portando in classe la numerosa bibliografia su due temi: "L'arrivo del fronte a Castiglione dei Pepoli" con libri di storia e di memorie scritti da tedeschi, americani, sudafricani, inglesi e italiani per far capire ai ragazzi la storia del loro territorio; sono stati illustrati altri libri inerenti al tema del progetto "La strage di Monte Sole" commentando in modo critico le numerose fonti a disposizione.
Con l'aiuto di un esperto è stato analizzato dai ragazzi il perchè quei libri furono scritti, quali reazioni provocarono nella comunità, il dibattito politico che ne scaturì. Ci si è prevalentemente focalizzati sul tema della complessità della memoria, facendo riferimento a ricordi familiari dei ragazzi o al film "L'uomo che verrà".
La metodologia adottata è stata quella di introdurre gli argomenti ed i nodi di complessità su memorie divise e di ragionare insieme a loro: i ragazzi hanno potuto intervistare 2 persone del luogo che hanno riportato le loro storie di vita quotidiana vissute durante la guerra. Inoltre hanno incontrato il figlio di un soldato sudafricano che ha combattuto durante la Seconda Guerra Mondiale sulla Linea Gotica. Egli ha raccontato le difficoltà del ritorno a casa (compresi i problemi familiari) in un paese non coinvolto direttamente nella guerra. Per la classe di Futura le attività e la metodologia è stata la stessa applicata nell'altra scuola, ma come testimone hanno intervistato il figlio di Aldo Cervi, uno dei 7 fratelli uccisi dai fascisti nel 1943 a Reggio Emilia.
A conclusione del percorso le classi hanno partecipato insieme al Diorama Vivente, svoltosi a Monterumici-Monzuno. Si tratta di una metodologia didattica che usa la narrazione biografica di personaggi (interpretati da ricercatori storici) delle varie parti in conflitto, definisce e ricostruisce un preciso episodio storico legato ad una data e ad un luogo della memoria, col fine di stimolare nel pubblico (con cui gli attori interagiscono) una partecipazione attiva ed emozionale ai fatti e alla complessità della guerra.

Guarda il
video.

Meeting
San Sebastian (ES)
Si è svolto l'11 e il 12 Febbraio 2011 a San Sebastian - Paesi Baschi (ES), il kick-off meeting che ha dato il via alle attività progettuali. I partners, dopo una breve presentazione dei rispettivi enti e delle esperienze precedenti, hanno condiviso bisogni e problematiche inerenti il lavoro futuro.


Poznan (PL)

Nel secondo meeting (9-10 Giugno 2011) il partner polacco ha presentato il report finale inerente l’analisi curriculare effettuata in ciascun paese. Si è poi proceduto alla presentazione e all’impostazione del “Methodological Framework” che è stato elaborato con i docenti e presentato nella sua versione definitiva a Novembre 2011 in occasione del meeting in Italia.

Bologna (IT)
Il meeting si è focalizzato sull'elaborazione delle linee guida necessarie per la sperimentazione della metodologia nelle classi coinvolte. Tali linee aiuteranno gli insegnanti non solo a seguire i vari step metodologici, ma anche a registrare e raccogliere le informazioni necessarie per analizzare e confrontare con gli altri paesi l'applicazione sperimentale. In questo modo la partnership potrà modificare la metodologia a seconda delle problematiche o difficoltà che gli insegnanti e gli studenti hanno incontrato durante la sperimentazione.


Kranj (SI)

A Kranj la partnership a seguito dell’analisi fatta all’applicazione sperimentale della metodologia nelle scuole ha iniziato ad elaborare il modello finale. Sulla base dei feedback di insegnanti e studenti coinvolti si è rivisto il modello in termini di step e tempistiche in modo tale da agevolare l’applicazione nelle scuole.

San Sebastian (ES)
A Novembre 2012 è avvenuto il meeting finale di progetto svoltosi sotto forma di Workshop con la collaborazione di Euroclio, Associazione Europea degli Educatori di Storia. Ogni Paese ha presentato la propria esperienza ed i prodotti sviluppati e sono stati portati a termine gli ultimi lavori tra cui la creazione del Database che permetterà alle scuole interessate di visionare i lavori fatti e contattare scuole di altri paesi. È stato poi possibile visitare il Museo della pace di Gernika.


Prodotti

Newsletter

Partner

Sociedad de Ciencias Aranzadi (ES), Ente capofila 
 
Futura Soc. cons. r. l. (IT)

Stiftelsen Arkivet (NO)

Uniwersytet im. Adama Mickiewicza (PL)

Osrednja knjižnica Kranj (SI)

The Royal Armouries Museum (EN) 

Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione Europea. L’autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

NEWSLETTER
CERTIFICAZIONI



Reg. n.: 10878-A
ISO 9001:2015

CONTATTI

San Giovanni in Persiceto (BO)
Via Bologna, 96/e
Tel 051/6811411 Fax 051/6811406
E-mail info@cfp-futura.it

San Pietro in Casale (BO)
Via Benelli, 9
Tel 051/6669711 Fax 051/6669708
E-mail info-spc@cfp-futura.it